Pesca sostenibile

pescadores

La sostenibilità della pesca nei nostri mari è uno dei problema che soffre il settore ambientale attualmente. Noi di Conservas Ortiz ci preoccupiamo per il futuro delle catture oltre che per il processo di rigenerazione delle specie. Per questo motivo, utilizziamo la tecnica tradizionale con esca viva e la lenza trainata per la cattura del Bonito del Norte e quella delle reti a cerchio per le acciughe.

La prima tecnica consiste basicamente nell’uso di un’esca, ancora fresca e viva, per attirare più efficacemente il pesce. L’esca consiste a sua volta in pesciolini.

Il primo passo consiste nell’estrarre queste esche dal mare, con molta cura. A tale scopo di utilizzano retini e, una volta pescate, vengono depositate in vivai sopra le barche dove vivono per vari giorni dopo la cattura.

Per simulare l’esistenza di un banco di pesci, i pescatori utilizzano delle manichette d’acqua per creare in movimento tipico di questi banchi.

Quando inizia la pesca, i pescatori si allineano lungo il bordo dell’imbarcazione. Le canne da pesca sono dotate di una lenza corta e gli ami sono già preparati con l’esca viva. Se il banco è composto da dei pesci molto grandi, si pescano in coppia.

La pratica dell’esca viva è un metodo di pesca abituale ed assai utilizzato da sempre nella storia dei pescatori del Cantabrico.

La tecnica della circuizione, dall’altra parte, è un sistema consistente in una grande rete  rettangolare con cui si avvolge completamente il banco di acciughe.