Storia

La storia di Conservas Ortiz risale al XIX secolo quando, dopo la morte di Lázaro Nafarrate nel 1850, sua figlia Higinia Nafarrate contrasse matrimonio con Antonio López de Aréchaga, dalla cui relazione nacque una figlia, chiamata Petra López de Aréchaga Nafarrate.

Anni dopo, nel 1891, il fondatore di Conservas Ortiz, Bernando Ortiz de Zárate, si trasferì da Álava a Ondarroa con l’idea di intraprendere nuovi affari. Sposò Petra López de Aréchaga Nafarrate con la quale ebbe suo figlio José.

Bernardo imparò il mestiere grazie a suo cognato e fu iniziato al mondo delle conserve. Era solito comprare da pescatori costieri di Acciughe e di Boniti del Nord sui moli e, grazie alle possibilità offerte dalla marinata e dai barili di legno, il giorno dopo il conserviero poteva vendere il pesce in tutto il nord della Castiglia.

Ideò e creò un sistema di fabbriche itineranti che lavoravano solo durante la stagione della pesca allo scopo di ricavare il massimo rendimento dalla sua impresa.

Viuda de Ortiz e Hijo

Bernardo fallece siendo José pequeño, y es Petra la que se encarga del negocio durante los siguientes años, pasándose a denominar la empresa Viuda de Ortiz y más tarde Viuda de Ortiz e Hijo.

1

Après la mort de Bernardo, sa femme, Petra, prend en charge l’affaire.

L’entreprise adopte alors le nom de « Viuda de Ortiz e hijo ».

6

Le fabbriche itineranti lavoravano solo durante la stagione della pesca

 

L’obiettivo era trarre il massimo rendimento dall’impresa

L’acciuga, il prodotto principe

All’inizio del XX secolo l’azienda Conservas Ortiz cominciò a girare il mondo. Le industrie conserviere si insediarono in Italia e nei paesi in cui vi era immigrazione italiana, come Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda e Sudafrica.

Il prodotto principe era l’acciuga. La tecnica della conservazione sotto sale ( “alla vera carne”) fu introdotta nell’area del mare cantabrico dagli Italiani, i quali sapevano che qui potevano trovare i migliori esemplari. In questo modo, potevano preparare la semiconserva e inviarla in Italia.

Nel 1942 José Ortiz e suo figlio, José Antonio Ortiz, crearono una società a responsabilità limitata, che divenne Conservas Ortiz S.A. nel 1956.

Attualmente, l’impresa è gestita dalla quinta generazione della famiglia.

Il presente

Conservas Ortiz rispetta la tradizione; rispetta la stagione della pesca secondo le maree e l’acquisto esclusivo di boniti del nord, pescati con la canna uno a uno. Pertanto, la cura del pesce che utilizziamo è indice di qualità.

La lavorazione delle conserve di prima qualità è evidente persino nella cura della loro presentazione “di tutta la vita”..

Visita la nostra galleria dei ricordi

I momenti della storia di Ortiz spiegati foto per foto.